Per millenni l’uomo ha vissuto in armonia con il Pianeta studiando i ritmi della natura, gli influssi delle stagioni, le influenze dei pianeti e in primis della Luna. Egiziani, Babilonesi, Maya, Celti e moltissime altre popolazioni ne hanno fatto il centro della loro esistenza. Ma come mai? L’essere umano non ha più resistenza fisica degli altri viventi sulla Terra, ha solo un cervello più sviluppato, una sorta di computer di bordo che gli consente di osservare quanto lo circonda e influisce sulla sua vita, di raccogliere dati e trovare i modi per difendersi e sopravvivere in mezzo a infiniti pericoli. In una società fondamentalmente basata sulla raccolta dei frutti della terra e sulla cacciagione come quella passata, era infatti di vitale importanza vivere in armonia con l’ambiente da cui si traeva giorno per giorno il proprio sostentamento. Nel corso dei secoli e maturando molte esperienze, l’uomo si accorse che i movimenti costanti del Sole e della Luna influivano sulla natura, sugli uomini stessi e sugli animali a intervalli così regolari e prevedibili da determinare spesso il successo o l’insuccesso della caccia e del raccolto dei frutti, della salute e del benessere della comunità. Cominciò a osservarli, a trascriverli e nacquero i calendari.

Oggi i tempi sono mutati e la nostra società dispone di invenzioni e di tecnologie che cogli anni hanno soppiantato le usanze più antiche. Eppure nella tradizione contadina il succedersi delle fasi lunari, per esempio, continua a scandire i lavori di campagna, le colture negli orti ma anche le piccole incombenze quotidiane. Del resto, ancor oggi molte delle nostre festività dipendono dalla posizione della Luna: Pasqua per esempio da quasi duemila anni viene festeggiata la prima domenica dopo la luna piena avutasi dall’inizio della primavera (21 marzo). E quello che forse molti non sanno è che l’influsso della Luna si fa sentire anche tra quanti vivono in città o in appartamento: nelle pulizie della casa, nella salute generale, nei lavori domestici e in molti altri settori.

Il movimento della Luna

La Luna gira intorno alla Terra e la Terra gira intorno al Sole. La Terra si trova dunque periodicamente in mezzo ai due, mettendo in ombra la Luna e determinando le cosiddette fasi lunari’ di circa 7 giorni ciascuna. Se osserviamo i calendari che abbiamo in casa o in ufficio vedremo che la maggior parte di essi riporta ogni mese i simboli della luna nuova, crescente, piena e calante. Non solo: prestando una certa attenzione a quanto viene detto intorno a noi, potremmo incappare in strani dialoghi tra amiche. “Devo tagliarmi i capelli, ma sto aspettando la luna calante perché sono meno resistenti e cresceranno poi più lentamente”, “Io invece li ho sciupati, meglio attendere la luna crescente perché si fortificano” oppure tra contadini “Volevo potare i miei alberi da frutto, ma sto aspettando la luna calante” “Hai ragione, la pianta dorme e ne soffrirà meno”. Non sono parole che dovrebbero stupire più di tanto: in fin dei conti è scientificamente provato che la Luna influisce sulle maree. Se riesce dunque a esprimere questa grande e visibile forza sulla nostra Terra perché non dovrebbe poterlo fare anche in altri settori, magari in modo meno palese?

 In giardino, negli orti, nei boschi e intorno a noi

Secondo la tradizione contadina e l’esperienza secolare dei nostri vecchi, in generale più o meno tutti sanno che la luna crescente (gobba a ponente) favorisce lo sviluppo delle piante mentre quella calante (gobba a levante) determina un effetto contrario. Gli alberi sembrano avere uno sviluppo maggiore se nascono o sono trapiantati in luna crescente e così pure per la maggior parte delle semine negli orti. In luna calante invece sarebbe preferibile qualsiasi potatura agli alberi da frutto o innesti visto che in questo periodo la vita delle piante è rallentata e corre minori pericoli. Ma in luna calante si consiglia anche la concimazione, che in questa fase mensile sarebbe meno pericolosa per le falde freatiche e le acque sottostanti. Gli influssi della Luna non finiscono qui: ancor oggi i boscaioli del Tirolo fanno molta attenzione al momento del taglio degli alberi e molti sanno che gli alberi che non crescono più o sono malati possono essere trattati con successo se si taglia la loro cima in luna calante, meglio in luna nuova. Non solo: se si vuole che il legno arda bene deve essere tagliato in un preciso periodo dell’anno, a ottobre, nel primo quarto di luna crescente.

In Tirolo esiste una specie di decalogo scritto da Ludwig Weinhold e copiato nel 1912 da Josef Schmutzer dove vengono addirittura precisati i giorni in cui eseguire certe operazioni, per avere il massimo rendimento. Tutte testimonianze, come dice il documento, “provate e dimostrate”.

Ma le curiosità non finiscono qui.

Nel corso del tempo alcuni costruttori hanno avuto modo di sperimentare, per esempio, che alcune lastre messe in posa all’esterno diventavano inspiegabilmente instabili, mentre altre erano più resistenti del cemento. A forza di esperienza, hanno scoperto che i sentieri di campagna costruiti o ricoperti di ghiaia e le piastre di passaggio nei giardini sono molto più durevoli nel tempo, se posti in luna calante e non in crescente. Lo stesso parrebbe anche per la recinzione dei giardini e degli orti cui si addice la luna calante: essa infatti fisserebbe meglio i chiodi nel legno.

La Luna in casa

I lavori domestici e le grandi pulizie, se svolti secondo i ritmi della Luna, secondo alcuni sarebbero addirittura più leggeri, piacevoli ma anche ecologici. L’acqua di scarico infatti, in questo periodo lunare, si decomporrebbe più velocemente con benefici sull’ambiente circostante.

Le fasi lunari in agricoltura

La pratica di dedicarsi alla semina e al raccolto seguendo le fasi lunari è antica quanto l’agricoltura stessa.

Non si tratta semplicemente di superstizioni o di credenze popolari ne si tratta di una scienza esatta, ma di un sapere basato su esperienza antica.

Che la luna eserciti una certa influenza sul nostro pianeta è noto a tutti ed esistono ovviamente prove scientifiche, il fenomeno delle maree per esempio, è causato dall’attrazione gravitazionale esercitata dalla luna, sulla terra.

Così come la luna può provocare l’innalzamento delle maree, può anche influire sulla quantità d’acqua e umidità diretta dal terreno verso le radici, un fattore che può incoraggiare la crescita delle piante. I semi piantati, ad esempio, assorbiranno la maggior parte dell’umidità presente nel terreno nei giorni di luna piena.

Il ciclo lunare è suddiviso in quattro fasi, conosciute anche come quarti, della durata di circa sette giorni ciascuna. I primi due quarti si hanno tra la luna nuova e la luna piena, con una crescita per quanto riguarda la “luminosità” della luna. Il terzo e l’ultimo quarto si hanno a seguito della luna piena, quando la luce si affievolisce.

Riferirsi alla luna per quanto riguarda la semina o il raccolto significa seguire queste quattro fasi:

1) Luna nuova – Primo quarto

Con la luna nuova viene favorita la crescita bilanciata delle radici e delle foglie. E’ considerato il momento ideale per la semina di lattuga, cicoria, spinaci, cavoli, broccoli, cavolfiori e cereali. Si tratta di quegli ortaggi che producono i semi al di fuori del proprio frutto. Un’eccezione alla regola è rappresentata dai cetrioli.

2) Luna crescente – Secondo quarto

L’attrazione gravitazionale è minore, ma la luce è maggiore e ciò crea un buon periodo per la semina, specialmente due giorni prima della luna piena. E’ il periodo ideale per seminare gli ortaggi annuali che producono i propri frutti al di sopra del terreno ed i cui semi si trovano proprio all’interno dei frutti. Ad esempio: fagioli, piselli, peperoni, zucca, melone e pomodori. Tra i fiori possono essere seminati i papaveri, la calendula e le viole. Le foglie e i fiori delle erbe aromatiche e officinali si raccolgono in luna crescente o con la luna piena.

3) Luna piena – Terzo quarto

Subito dopo la luna piena, inizia a crearsi nel terreno una maggiore condizione di umidità. La luminosità lunare inizia a calare, con uno spostamento delle energie verso le radici. E’ dunque il momento di piantare i tuberi e gli ortaggi che crescono sottoterra, come le patate, i topinambur, le carote, le cipolle, l’aglio, le barbabietole, i ravanelli. E’ anche il periodo ideale per piantare i bulbi floreali (ad esempio dalie e tulipani) e per dedicarsi al trapianto, in quanto la crescita attiva delle radici è favorita. Il momento perfetto per la potatura si ha nel terzo quarto, quando la luna raggiunge il segno dello scorpione.

4) Luna calante – Ultimo quarto

L’ultimo quarto di luna è considerato un periodo di riposo. Sia l’attrazione gravitazionale della luna sulla terra, sia la luminosità della luna, nel corso di questa ultima fase diminuiscono. I giorni di luna calante sono considerati particolarmente indicati per dedicarsi al raccolto ed alla potatura delle piante. Nella fase di luna calante si falciano i prati, in modo da ritardare la ricrescita dell’erba. La fase di luna calante è adatta per la semina delle erbe aromatiche. Le radici delle erbe officinali vengono raccolte in luna calante e solitamente all’inizio della primavera, prima della fioritura.

Gennaio semina orto e giardino

2017 – La Luna: La luna Calante o luna Vecchia buona per seminare è dal 12 al 28 gennaio.

Nell’orto - Semine in letti caldi o sotto vetro: Peperoni, Sedani, Cavoli estivi, Pomodori, Melanzane, Basilico. Semine in pieno terra: Piselli, Fave.

Piantagioni e trapianti: Bulbilli di cipolla, Aglio, Carciofi, Asparagi (zampe).

Si terminano le lavorazioni del terreno, per averlo pronto e sciolto dal gelo al momento delle semine e piantagioni più importanti della primavera.

Si preparano letame e terriccio, smassando, rivoltando e bagnando, se necessario.

Si riparano gli attrezzi, le pompe irroratrici, ecc.

Si prepara il necessario per l’impianto di letti caldi, per effettuare le prime semine, cioè vetrato o telai di polietilene, stuoie di canna ed impagliate.

Si aprono le fosse per le sparagiaio, da piantare in Febbraio.

Si effettuano i trattamenti invernali a fruttiferi e si danno i polisolfuri ai peschi.

Si procurano i semi necessari, si fanno le propaggini, si iniziano i trapianti in buone posizioni riparate o sotto vetro, di lattughe e Cavoli bianchi.

Si preparano pali e canne, cioè i tutori per Viti, Pomodori, Piselli e le Dalie del giardino, si potano le Viti, gli arbústi, i frutti, I rosai, utilizzando gli adatti residui delle potature per ricavare i tutori per i Piselli rampicanti e tenendo in ordine, il più possibile, aiuole e prode.

Si tenga presente che i piselli vanno concimati ed infrascati da piccoli.

Nel giardino - Semine in letti caldi o sotto vetro: Garofani cinesi, Viola del pensiero.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminato in entrambe le lune. la altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Previsioni: freddo intenso con possibilità di nevicate nella prima quindicina

Febbraio semina orto e giardino

La Luna: La luna Calante o luna Vecchia buona per seminare è dall’ 11 al 26 febbraio.

Nell’orto - Semine in letti caldi o sotto vetro: Cavoli estivi, Meloni, Sedano, Angurie, Pomodori, Cetrioli, Zucchini, Basilico, Melanzane, Ravanelli, Peperoni. Semine in piena terra: Cicorie, Biete, Rape, Spinaci, Barbabietole, Lattughe, Cipolle, Rucola, Carote, Ravanelli, Fave, Piselli. Piantagioni e trapianti: Bulbilli di cipolla, Aglio, Asparagi (zampe).

Si cominciano le prime semine, in luoghi riparati e bene esposti, oppure su letto caldo, di Lattughe, Ravanelli, Peperoni, Pomodori, Melanzane. Si prepara il letame per Patate, Pomodori, Zucchette, ecc.

Si trapiantano Lattughe, Cavoli e quanto è già pronto, senza lasciare mai invecchiare le piantine nel semenzaio.

Si potano le Viti, si piantano le Fragole e le sparagiaie.

Si toglie la rincalzatura al Carciofi, si sarchia e si iniziano le concimazioni a tutte le pianto legnose ed erbacee, grosse e piccole.

Se vi fosse ancora dei terreno da lavorare, si aspetti che la terra sia ben sgrondata dall’acqua delle piogge; è da tener presento che le semine e piantagioni fatte in terra troppo bagnata, non hanno mai successo.

Si possono fare Innesti ad occhio a Peschi ed altro, mentre quelli a Marzo si faranno al momento dell’ingrossamento delle gemme.

Nel giardino – Semine in letti caldi o sotto vetro: Bocca di leone, Gaillardia, Colcus, Primula, Fior di vetro, Zinnia, Agerato, Verbena, Amaranto, Masebriantemo, Statice, Asparago, Dahlia, Garofano, Viola, Calendula, Cosmea, Nasturzio, Salvia, Celosia, Tagete, Clarkia, Digitale, Petunia, Kochia, Portulacca.

Semine in piena terra: Pisello odoroso, Iberis perenne, Speronella, Papavero, Fiordaliso.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Marzo semina orto e giardino

La Luna: La luna Calante o luna Vecchia buona per seminare è dal 12 al 28 marzo.

Nell’orto – Semine in letti caldi o sotto vetro: Peperoni, Cavoli estivi, Zucchini, Melanzane, Pomodori, Basilico, Sedano.

Semine in piena terra: Piselli, Biete, Prezzemoli, Barbabietole, Pomodori, Rucola, Cilpolle, Carote, Scorzobianca, Zucche, Ravanelli, Cicorie, Scorzanera, Porri, Zucchini, Rape, Valeriana, Lattughe, Spinaci. Patate. Piantagioni e trapianti: Bulbilli di cipolla.

Si semina e si pianta tutto ciò che dove fornire verdure per l’estate e l’autunno, dagli Asparagi fino alle Zucchetto.

Si incominciano le semine, ad intervalli di una quindicina di giorni, di Ravanelli, Minutina, Cicoria da taglio, Lattuga e Piselli, per avere le raccolta scalate. Si sorvegliano i letti caldi e si effettuano i trapianti di Cipolle e Porri.

Si piantano i Carciofi “d’ogni mese”, si sarchia, si concima e si rincalza tutto quanto è già sviluppato.

Nel giardino – Semine in letti caldi o sotto vetro: Calendula, Agerato, Asparago, Cosmea, Gaillardia, Amaranto, Fior di vetro, Salvia, Zinnia, Petunia, Bocca di leone, Statice, Verbena, Garofano,Celosia, Tagete, Clarkzia, Mesembriantemo, Portulacca, Dahlia, Nasturzio, Digitale, Kochia, Coleus, Prirnula. Semine in piena terra:Campanella, Cosrnea, Calendula, Godezia, Zinnia, Fiordaliso, Astro, Zucchetta ornamentale, Cipresso annuale, Gipsofila, Pisello odoroso, Crisantemo, Nasturzio, Elecrisium, Phlox, Garofano, Fior di vetro, Petunia. Piantagioni e trapianti – bulbi: Ranuncolo, Agapantus, Anemone, Gladiolo, Lilium, Acidanthera, Ciclanino, Mughetto, Amaryllis, Montbretia, Calla, Incarvillea, Begonia, Peonia, Gloxinia, Iris, Dahlia, Liatris, Dicentra, Gloriosa.

Prato: Trifoglio, Loietto, Miscuglio extrafine e universale, Agrostide, Varietà di miscugli originali per tappeti stabili Inglesi e campi sportivi.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Previsioni: nebbie e temporali alternati con qualche giornata di sole.

Aprile semina orto e giardino

La Luna: La luna Calante o luna Vecchia buona per seminare è dall’11 al 26 aprile.

Nell’orto – Semine in letti caldi o sotto vetro: Pomodori, Cavoli, Sedano, Peperoni, Cavolfiori, Porri, Melanzane.

Semine in pienao terra: Cipolle , Barbabietole da orto, Carote, Lattughe, Prezzemolo, Angurie, Biete ,Meloni, Cetrioli, Scorzobianca, Zucchini, Cicorie,Rucola , Fagioli, Porri, Endivia, Basilico, Ravanelli, Pomodori, Spnaci, Cardi, Piselli,Scarola, Indivia, Fagiolini da cornetta, Patate.

Piantagioni e trapianti: Pomodori, Cavoli. Il mese di Aprile è il mese da dedicare particolarmente alle sernine, Infatti In questo mese si possono seminare, oltre a quelli estivi, anche gran parte degli ortaggi che si andranno a consumare durante l’inverno, come, per esempio, Carote lunghe, Cavoli cappucci, Zucche da inverno, ecc.

Si piantano le Zucchette e le Patate, tenendo presente di mettere in fondo alle buche od ai solchi, una abbondante quantità di letame ben maturo.

Si effettuano le prime irrorazioni. Arseniato ai Meli e Peri ogni 15-20 giorni; trattamenti, dove si fossero presentati afidi o altro; solfato di rame alle Viti, Pomodori, ecc.;

Si fanno i trapianti di tutte le piantine arrivate a giusto punto di sviluppo come Sedano e Cavoli mentre Peperoni e Melanzane vanno tenuti ancora sotto vetro.

Nella semina delle Cicorie si tenga presente di seminare molto rado, oppure diradare, soprattutto quelle a radiche, a grumolo, a cappuccio e rosse, in modo da consentire un buon sviluppo delle piante e, per conseguenza, delle radiche a dei grumoli destinati all’inbianchimento o forzatura.

Si seminano i fagioli, ed in particolare i nani in erba, per consumare presto; per gli altri estivi e mangiatutto c’è ancora tempo.

Nel giardino - Semine in vivaio o semenzaio: Digitale, Zinnia, Alisso Celosia, Salvia, Elecrisium, Asparago, Astro, Cipresso annuale, Campanula, Tagete, Dahlia, Verbena, Pblox. Semine in piena terra: Elecrisium, Astro, Cosmea, Petunia, Zucchetta ornamentale, Calendula, Godezia, Campanella rampicante, Speronella, Crisantemo, Balsamina, Zinnia, Pisello odoroso, Nasturzio, Garofano, Phlox. Piantagioni e trapianti – bulbi : Mughetti, Acidentera, Begonia, Ranuncolo, Agapantus, Calla, Incarvillea, Dahlia, Ainaryìlis, Montbretia, Iris, Anemone, Lilium, Ciclamino, Gladiolo, Peonia, Dicentra, Gloxinia, Gloriosa.

Prato: Varietà di miscugli originali per tappeti stabili Inglesi e campi sportivi. Loietto, Trifoglio, Agrostide, Gramigna, Miscuglio, Dichondra.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Previsioni: Giornate di dolce tepore con qualche acquazzone, “dolce è dormire”.

Maggio semina orto e giardino

La Luna: La luna Calante o luna Vecchia buona per seminare è dal 10 al 25 maggio.

Nell’orto - Semine in semenzaio: Sedano, Cavoli, Lattughe.

Semine in pienao terra: Rucola, Carote, Biete, Endivie, Scorzabianca, Cardi, Zucche, Cicorie, Prezzemolo, Lattughe, Scarola, Zucchini, Basilico, Cetrioli, Fagioli, Spinaci, Meloni, Coste, Fagiolini da cornetta. Piantagioni e trapianti: Peperoni, Sedano, Cavoli, Pomodori, Melanzane.

Il mese di Maggio è particolarmente dedicato ai trapianti di tutte le piantine. Infatti si mettono a dimora Bietole a coste, Cavoli, Cardi. Lattughe, Peperoni, Pomodori, Porri. Sedani, Melanzane, ecc.

Questo è il mese anche dei trattamenti e disinfestazioni. Infatti bisogna continuare a dare l’arseniato al Meli ed ai Peri; il rame al Pomodori ed alle Viti (per le Viti unire anche zolfo bagnabile).

Sorvegliare e provvedere se ci fossero afidi (pidocchi) o ragno rosso sui Fagiolini, dorifora sulle Patate, altiche sui Ravanelli e Salici, formiche che salgono su frutti ed arbusti.

Si tolgono ai Peschi ed altri fruttiferi vegetazioni superflue.

Si mettono tutori ai Pomodori.

Si sarchia e si concima il più possibile e si effettuano, se non fatto, le semine delle Cicorie a grumolo rosso ed a radiche, affinchè abbiano il tempo per sviluppare durante l’autunno e produrre dei bei cespi per l’inverno.

Nel giardino – Semine in semenzaio: Astro, Garofani, Digitale, Alisso, Zinnia, Celosia, Asparago, Verbena, Salvia, Dahlie, Campanule, Phlox, Elecrisium, Tagete. Semine in semenzaio: Astro, Garofani, Digitale, Alisso, Zinnia, Celosia, Asparago, Verbena, Salvia, Dahlie, Campanule, Phlox, Elecrisium, Tagete. Semine in piena terra: Aquilegia, Convolvus, Gipsofila, Ipomea, Pisello odoroso, Elecrisium, Ageratum, Zucchetta ornamentale, Cosmea, Iberis, Clarkia, Amaranto, Crisantemi, Portulacca, Papavero, Primula, Godetia, Phlox, Petunia, Fiordaliso. Piantagioni e trapianti – bulbi : Begonia, Acidentera, Mughetti, Amaryllis, Ranuncolo, Gladiolo, Agapantus, Anemone, Lilium, Calla, Montbretia, Ciclamini, Dahlia, Incarvillea, Gloxinia, Peonia, Liatris.

Prato: Gramigna, Trifoglio, Agrostide, Loietto, Dicondra, Miscuglio. Varietà di Miscugli originali per tappeti stabili Inglesi e campi sportivi.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Previsioni: mese con prevalenza di giornate belle dopo la seconda decade piogge per 3 giorni.

Giugno semina orto e giardino

La Luna: La luna Calante o luna Vecchia buona per seminare è dal 9 al 24 giugno.

Nell’orto - Semine in semenzaio: Sedano, Cavolo.

Semine in pienao terra: Carote, Fagioli, Prezzemolo, Basilico, Lattughe, Cetrioli, Scarola, Biete, Meloni, Zucchini, Endivie, Rucola, Cicorie, Cardi.

Piantagioni e trapianti: Sedano, Melanzane, Peperoni. In questo mese è bene cominciare a pensare cosa si deve produrre per l’inverno. Preparare e lasciare disponibile Il terreno per le semine (maneggie concave) e i trapianti.

Si seminano piuttosto rade Bietole, Barbabietole, Carote che non avranno bisogno di trapianti, Lattughe e Indivie da estate o per l’autunno, nonchè i Cavolfiori. Si trapiantano, Bietola a costola, Cavolo nero, ecc.

Si riproducono le Fragole per mezzo degli stoloni, si continuano i trattamenti alle Viti, Pomodori e Sedani, si cavano gli Agli e le Patate, si cimano i Pomodori precoci.

Nel giardino - Semine in semenzaio: Garofano dei poeti, Piretro, Altea, Gaillardia, Margherita, Digitale. Semine in piena terra: : Bella di giorno, Petunia, Zucchetta ornamentale, Campanella, Astro, Crisantemi, Zinnia, Calendula, Clarkia, Gipsofila, phlox. Prato:Gramigna, Dicondra e miscugli per tappeti erbosi.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Previsioni: Mese con belle giornate, si comincia a sentire il caldo.

Luglio semina orto e giardino

La luna Calante: o luna Vecchia buona per seminare è dal 9 al 22 luglio.

Nell’orto - Semine in vivaio o semenzaio: Cavoli, Carciofi. Semine in pienao terra:Finocchi, Barbabietole, Cipolle, Rucola, Lattughe, Biete, Endivie, Carote, Cicorie, Remolacci, Searole, Zucchini, Prezzemoli, Fagioli.

Piantagioni e trapianti: Sedano. In questo periodo il lavoro più interessante è costituito dalle innaffiature, ma si possono fare anche delle semine come lattughe, Fagioli, Piselli e Zucchette da raccogliersi in ottobre.

Si continuano i trattamenti alla Viti e Pomodori, ma è consigliabile dare ai giovani grappoli di uva uno o due trattamenti di zolfo in polvere.

Si lavorano i terreni concimando prima con letame; cosi’ facendo il letame viene interrato, le erbe infestanti muoiono con la siccità dell’estato e il sole sfarina le zolle, rendendo il terreno friabile e pronto per le colture del Settembre.

Inoltre è indispensabile porre la massima attenzione alla lotta contro insetti e malattie (soprattutto il ragnetto rosso che colpisce Fagioli, Pomodori, ecc.).

Nel giardino - Semine in vivaio o semenzaio: Violaciocca, Gaillardia, Margherita, Viola del pensiero, Garofano, Non ti scordar di me. Semine in piena terra: : Aquilegia, Bocca di leone, Non ti scordar di me, Altea, Viola del pensiero, Clarkia, Balsamina, Amaranto, Fiordaliso, Violaciocca, Godetia, Iberis, Alisso, Lupino.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Previsioni: Caldo torrido e siccità , possibilità reali di tempesta, a metà mese, nelle zone più a rischio.

Agosto semina orto e giardino

La Luna: La luna Calante o luna Vecchia buona per seminare è dal 7 al 21 agosto.

Nell’orto - Semine in semenzaio: Lattughe, Cicorie, Endivia, Carciofi, Cipolle precoci. Semine in pienao terra: Cima di rapa, Cipolle precoci, Rape, Lattughe, Biete, Endivia, Zucchini, Spinaci, Cicoria, Barbabietola da orto, Scarola, Prezzemolo, Valeriana, Remolacci, Rucola, Fagioli, Finocchi. Piantagioni e trapianti: Cavoli.

In questo mese, come nel precedente, il lavoro più interessante è l’irrigazione.

Si incominciano le piantagioni dei Cavolfiori, dando la precedenza ai precoci, delle Indivie, ecc.

Si prepara il terreno per le prossime semine di Barbine, Bietole, Carote, Cipolle, Finocchi, Scarole. Si continuano le lotte contro gli insetti ma si sospendono i trattamenti anticrittogamici, alle Viti e Pomodori nonchè al fruttiferi in genere.

Questa è la migliore epoca per fare la conserva di pomodoro e per appendere i frutti della apposita varietà , per la conservazione invernale, sotto i porticati o in locali ben aerati, in quanto ben maturi e saporosi.

Si sarchiano e si concimano Sedani e Cardoni e si diradano le Cicorie, se troppo fitte, concimandole.

Si concimano anche i primi Cavoli ed Indivie piantati e si fanno le semine ritardate di Zucchette, Piselli, Fagioli e Lattughe.

Nel giardino – Semine in piena terra: Lunaria, Bocca di leone, Violaciocca, Altea, Garofano cinese, Lupino, Viola del pensiero, Fiordaliso, Non ti scordar di me, Godezia, Margherita.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Previsioni: caldo persistente fino alla seconda decade, dopo qualche temporale che darà refrigerio.

Settembre semina orto e giardino

La luna : La luna Calante o luna Vecchia buona per seminare è dal 6 al 20 Settembre.

Nell’orto - Semine in vivaio o semenzaio: Lattughe d’inverno, Cipolle bianche. Semine in pienao terra: Cime di rapa, Valeriana, Barbabietole da orto, Finocchi, Remolacci, Rucola, Biete, Ravanelli, Carote, Scarole, Cipolle precoci, Spinaci, Cicorie, Endivie, Lattughe, Rape, Prezzemolo. Piantagioni e trapianti: Cavoli.

Oltre le semine, le innaffiature e le concimazioni, si effettuano i trapianti delle Indivie invernali.

Si concimano i Cavoli ormai trapiantati da tempo e si fanno le ultime sarchiature e concimazioni anche ai Sedani e Cardoni, mantenendo loro il terreno pulito, per potere effettuare la rincalzatura prima che arrivi il gelo.

Si moltiplicano le Fragole, si preparano i recipienti per la raccolta dell’uva, si zappa e si sistema la sparagiala.

Nel giardino – Semine in vivaio o semenzaio: Non ti scordar di me, Centaurea, Alisso, Viola del pensiero, Margherita, Bocca di leone, Violaciocca, Godezia. Semine in piena terra: Gipsofila, Papavero, Balsamina, Digitale, Lupino, Alisso, Moneta del Papa, Elecrisium, Bocca di leone. Pisello odoroso, Godezia.

Prato: Miscuglio, Agrostide, Trifoglio, Loietto, varietà di miscugli originali per tappeti stabili Inglesi e campi sportivi.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Previsioni: caldo ancora persistente, con qualche giornata ancora lunga e molto luminosa, darà la possibilità di ritirare i raccolti ancora in campagna.

Ottobre semina orto e giardino

La luna Calante : o luna Vecchia buona per seminare è dal 5 al 19 di ottobre.

Nell’orto – Semine in piena terra: Cime di rapa, Remolacci, Rucola, Biete, Cicorie, Piselli, Fave, Valeriana, Carote, Spinaci, Lattughe, Ravanelli, Prezzemolo. Piantagioni e trapianti: Cipolle precoci, Asparago, Carciofi, Aglio, Bulbilli di cipolla.

Oltre le sernine, che per quanto è possibile si effettuano in luoghi ben esposti e protetti dai geli forti, si effettuano, possibilmente in luoghi riparati, anche i trapianti; infatti in questa periodo si trapiantano le ultime indivie, Lattughe e Bietole, nonchè Cipollini, Finocchi, Cavoli, ecc.

Si seminano le prime Fave da orto per raccolta precoce e si inpianta la fragolaia e la carciofaia. Si concimano i Cavoli e le Lattughe, i Finocchi e le Carote.

Nel giardino - Semine in letti caldi o sotto vetro: Campanula, Bocca di leone, Gazania, Alisso. Semine in piena terra: Pisello odoroso, Gipsofila, Speronella, Calendula, Papavero, Elecrisium, Godezia, Fiordaliso

Prato: Trifoglio, Agmstide, Loietto. Varietà di miscugli originali per tappeti stabili Inglesi e campi sportivi.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Previsioni: Diminuzione consistente di luminosità con giornate di pioggia e serate con nebbia a banchi.

Novembre semina orto e giardino

La Luna: La luna Calante o luna Vecchia buona per seminare è dal 4  al 18 novembre.

Nell’orto - Semine in piena terra: Piselli, Cime di rapa, Fave. Piantagioni e trapianti: Bulbilli di cipolla, Cipolle precoci, Aglio, Carciofi, Asparagi. Sia in questo mese che nei due successivi, le semine da effettuare sono ben poche, ad eccezione di Fave, Piselli e Cavoli cappucci precoci, comunque è bene affrettarsi a seminare ciò che fosse rimasto indietro, possibilmente in luoghi riparati.

Si puliscono i fossetti di sgrondo delle acque in previsione delle piogge invernali per evitare dannosi ristagni di umidità .

Nel giardino – Semine in piena terra: Papavero, Fiordaliso, Speronella, Elecrisium, Godezia, Pisello odoroso. Piantagioni e trapiant: Bulbi :Frittillaria, Anemone, Tulipano, Eremus, Allium, Narciso, Ranuncolo, Fresia, Oxalis, Crocus, Giacinto.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Previsioni: Abbondanti piogge con nebbie persistenti nell’Italia del Nord. Temperatura in diminuzione.

Dicembre semina orto e giardino

La Luna: La luna Calante o luna Vecchia buona per seminare è dal 3 al 18 Dicembre.

Nell’orto : Semine in letti caldi o sotto vetro: Ravanelli, Melanzane. Semine in piena terra: Piselli, Fave. Piantagioni a trapianti: Bulbilli di cipolla, Aglio, Carciofi, Asparagi.

Ci si prepara per quanto è possibile a difendersi dal rigori dell’inverno. Sì avvolgono le ceste dei Cardoni con grossa carta, si sdraiano e si ricoprono con terra, per averli bianchi e teneri quando occorreranno per il consumo.

Si legano e si rincalzano con terra i Sedani, fino a ricoprirne tutte le costole.

Si avrà cura di mettere ad imbiancare le Cicorie a radiche di Bruxelles per formare i grumoli (Witloof) ed a caratterizzare ed intenerire quelle rosse e variegate, per averle pronte al consumo per i giorni di Natale; si continuano queste operazioni ad intervalli di 10 giorni circa per assicurarsi un approvvigionamento continuo anche in caso di pioggia o neve.

Si coprono con paglia le prode delle Carote e si cominciano ad effettuare i primi trattamenti invernali ai fruttiferi ed in particolare ai peschi.

Si trapiantano frutti ed arbusti, siepi e bordure; si vangano i filari delle Viti spandendo il letame ed arando il terreno libero appena possibile onde sia pronto e sciolto per le prime semine e trapianti di primavera.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Previsioni: Scarsa luminosità con precipitazioni e possibili nevicate dopo la seconda decade.

Influenze della Luna sulle piante

La Luna da sempre ha un grande influsso sul nostro Pianeta, fin dall’antichità si studiavano le sue fasi per metterle in relazione alla semina, al raccolto, alla potatura e in linea generale al mondo agricolo, che su di essa si basava moltissimo. I saggi contadini sapevano infatti quando imbottigliare il vino, tagliare il fieno, seminare le diversi colture, tutto in funzione della Luna, ma lo stesso era ed è valevole oggi anche ad esempio nel mondo marino, basti pensare al suo influsso sulle maree. Anche le donne sono fortemente legate alla Luna, non dimentichiamoci della sua simbologia totalmente femminile, del ciclo, della gravidanza.

Insomma in natura la Luna avrebbe un grande effetto e addirittura ci sarebbe una sorta di oroscopo per le nostre piante e i nostri fiori, una forma di astrologia green, che poi ha quella derivazione ancestrale di cui sopra parlato, che si basa sull’applicazione di un metodo antico più di tre secoli in cui si osservano le congiunzioni della Luna con le 12 costellazioni. Giorni importanti quelli di congiunzioni, in cui gli influssi si riversano su radici, foglie e in generale tutte le parti della pianta, e in cui ad esempio si devono utilizzare di più o di meno i concimi, le potature ecc.

Quando la Luna è nei segni di Aria

In questo caso la Luna si trova in Gemelli, Bilancia e Acquario e stimola moltissimo la crescita dei fiori, è quindi il momento giusto per trapiantare le giovani piante, i bulbi che poi fioriranno in primavera, ed è anche il momento giusto per far attecchire gli arbusti come rose e camelie.

Perfetto come momento per seminare calendule e primule, inoltre raccogliere le ortensie in questo periodo assicura una maggior durata dei fiori.

Quando la Luna è nei segni d Acqua

La Luna in Cancro, Scorpione e Pesci, incide moltissimo sulla crescita delle foglie, perfetto come periodo per cambiare i vasi, per sistemare tutte le piante aromatiche, eliminare i rami secchi. Tirate fuori il germinatoio perché è il momento di far germinare germogli di soia o crescione e per arricchire di vitamine e sostanze antiossidanti le vostre insalate.

Quando la Luna è nei segni di Fuoco

Se la Luna si trova in Sagittario, Ariete e Leone, bacche e frutti ne riceveranno il suo influsso positivo, perfetto anche per piantare i kiwi e costruire loro una bella pergola. Chi ama le ghirlande può raccogliere l’edera con le sue bacche o l’agrifoglio, entrambi moneteranno la loro bellezza.

Quando la Luna è nei segni di Terra

Se il passaggio della Luna in Toro, Vergine e Capricorno, lavorate liberamente sulle radici, rinvasate le piante di appartamento, trapiantate i ciclamini, i cavoli ornamentali e molte piante da esterno.

Ancora oggi in Tirolo si presta molta attenzione al taglio degli alberi in base al momento della fase lunare, ad esempio se l’albero è malato o cresce in modo disarmonico si potrebbe aiutare semplicemente potandolo con Luna calante o con Luna nuova. Volete tagliare i vostri alberi in modo che diano della buona legna, aspettate allora il mese di ottobre, quando si avrà il primo quarto di Luna crescente.

Insomma la Luna avrebbe tutta una serie di effetti tangibili sui nostri lavori a contatto con la natura, provate e ve ne accorgerete.

Calendario lunare imbottigliamento vino

Lunario 2017 per l’ imbottigliamento del vino.

La tradizione lunare consiglia di imbottigliare:

- al primo quarto, in fase di luna crescente, per ottenere vini frizzanti

- all’ultimo quarto, in fase di luna calante, i vini a lungo invecchiamento

- con la luna piena si può imbottigliare qualsiasi tipo di vino

La luna ideale per imbottigliare è comunque la prima luna nuova di primavera (Marzo: lunazione di Primavera)

I periodi migliori per l’imbottigliamento sono il mese di Marzo e il mese di Settembre per i vini giovani, mentre i vini invecchiati per più di due anni possono essere imbottigliati in ogni periodo dell’anno, ma sempre in una giornata piuttosto soleggiata, non troppo fredda e in assenza di vento.

La scelta tra il mese di Marzo e quello di Settembre dipende dal fatto di voler imbottigliare un vino da consumare entro un anno dalla vendemmia (meglio Marzo) o entro due anni (in tal caso meglio Settembre).