Lo sapevi che…

Lo sapevi che… il ponte sospeso più alto d’Europa si trova in Svizzera?!?

pontesospeso

Ginevra, 7 dicembre – Il più alto ponte sospeso d’Europa è stato inaugurato oggi al Titlis, un massiccio alpino situato a Engelberg, nella Svizzera centrale. L’ultima attrazione, oltre alla famosa funivia che ruota di 360 gradi durante il tragitto, ideata dagli operatori locali per calamitare visitatori nelle loro montagne. Lo ha annunciato l’agenzia Ats. Costruito a più di 3.000 metri di altitudine, il ponte è lungo 100 metri e ha una vista su un baratro profondo 5 volte tanto.

L’opera, denominata “Titlis Cliff Walk”, è stata costruita per celebrare il centenario della nascita del primo impianto dell’area, da Engelberg alla Gerschnialp ed è costata 1,3 milioni di franchi svizzeri (1,1 milioni di euro).

La traversata richiede nervi saldi come i cavi che tengono insieme il ponte, avvertono i responsabili della teleferica del Titlis.

La montagna Titlis è parte dell’omonimo comprensorio sciistico: sulle sue pendici sorgono i trampolini per il salto con gli sci Klein- e Gross-Titlis-Schanze. Non c’è solo il ponte a rendere particolare questo luogo, la vetta della montagna la si raggiunge infatti tramite una funivia rotante, la Rotair, che consente una visione completa su ciò che vi circonda. Il nuovo ponte risulterà aperto tutto l’anno, esclusi i giorni in cui per le forti nevicate non sarà consigliato il passaggio pedonale,evitando di causare pericolo ai visitatori.

Ma tranquilli questo ponte non è un passaggio obbligato.
Sopratutto se soffrite di vertigini!

Lo sapevi che… il paese più sicuro al mondo è il Qatar?!?

Secondo il rapporto dell’Overseas Security Advisory Council (OSAC) sul crimine e la sicurezza in Qatar nel 2012 realizzato dal Dipartimento di Stato americano, l’Emirato ha i livelli di criminalità più bassi del mondocon un tasso di omicidi dello 0,5 per 100.000 abitanti contro una media mondiale di 4 e un tasso di 25 furti per 100.000 abitanti contro una media mondiale di 100 per 100.000.

Secondo molti osservatori questo livello di sicurezza nel Paese può essere raggiunto solo grazie alla certezza e alla severità delle pene che scoraggiano i trasgressori, ma vi sono anche altri dati che potrebbero spiegare il fenomeno. I crimini legati al disagio sociale e alla necessità economica sono ridotti al minimo nell’Emirato che ospita i cittadini più ricchi del mondo con un Pil pro capite record di oltre 100.000 dollari.
Inoltre la popolazione complessiva non raggiunge i 2 milioni di abitanti, una dimensione contenuta e facilmente controllabile.

Però il Ministero degli Interni del Qatar ha registrato oltre 345.000 chiamate al numero di emergenza 999 nei primi 3 mesi di quest’anno, di cui più di 100.000 legate ad atti criminali. La notizia viene riportata oggi dal giornale di Doha The Peninsula. Questi dati arrivano come uno shock nell’Emirato che ha sempre avuto tassi record in quanto a sicurezza.

 

 

Lo sapevi che… il paese con la migliore aspettativa di vita è il Principato di Monaco?!?

Secondo il Cia World Factbook aggiornato a quest’anno che ha preso in esame 222 paesi del mondo, la nazione con la più alta aspettativa di vita è il Principato di Monaco con circa 90 anni.
Mentre il luogo dove le speranza di invecchiare bene sono minime è il Ciad. Nel primo infatti ci sono buone possibilità di vivere fino a 89,68 anni, nel secondo invece difficilmente si superano i 48,69 anni di vita.

Nel lungo elenco l’Italia si situa in un’ottima posizione, al decimo posto, con un’aspettativa di vita media di 81,86 anni. Tutti i paesi del Vecchio continente, ad eccezione del Portogallo, si situano sopra la soglia degli 80 anni. Gli Stati Uniti sono nella fascia immediatamente inferiore (con 78,49 anni al 51esimo posto).

Nessun paese africano rientra nella fascia più alta e nell’Africa subsahariana nessun paese tocca la soglia dei 60 anni di aspettativa di vita. I dati confermano che le donne vivono in media più degli uomini: a Monaco una donna vive in media fino a 93,77 anni, un uomo 85,74 anni.

 

Lo sapevi che… il fiume più corto del mondo è l’Aril in Italia?!?

Il fiume Aril, uno degli affluenti del Lago di Garda, è il fiume più corto del mondo. Dalla sorgente alla foce è lungo soltanto 175 metri.
Il suo intero corso fluisce all’interno del comune di Malcesine, in provincia di Verona. Si tratta di un fiume vero e proprio e non di un semplice torrente in quanto rispecchia appieno la definizione di corso d’acqua continuo con portata più o meno costante.
Altri corsi d’acqua, nel mondo, vantano addirittura lunghezze inferiori. Il Roe River, fiumiciattolo statunitense del Montana, è lungo 61 metri mentre il fiume Reprua, che scorre in georgia e sfocia nel Mar Nero, addirittura solo 18 metri.

Ma questi ultimi due rientrano nella descrizione di torrente, che è la seguente.

Corso d’acqua caratterizzato da estrema variabilità di deflusso con alternanza di piene violente e di portate piccole o nulle, e con un deflusso rapido ed impetuoso.

 

Lo sapevi che… il fiume più lungo che nasce in Italia è la Drava?!?

Chiedendosi quale sia il fiume più lungo che nasce in Italia verrebbe spontaneo pensare al Po, il fiume che con i suoi 652 km scorre dal Piemonte fino all’Adriatico.

Invece c’è un altro fiume, le cui sorgenti si trovano in territorio italiano, più lungo del Po di quasi 100 km. Si tratta del fiume Drava, un affluente del Danubio, che nasce nel comune di Dobbiaco, in provincia di Bolzano.
Scorre in Italia per pochi chilometri, prima di entrare in territorio austriaco, ma complessivamente, dalla sorgente al punto in cui affluisce nel Danubio è lungo ben 749 km.

Il motivo di questa “stranezza” è che, quando al termine della Prima Guerra Mondiale furono definiti i confini tra Italia ed Austria, in quella zona non furono posti esattamente sullo spartiacque alpino. Per ragioni militari, i comuni di Sesto, San Candido e Dobbiaco, furono annessi al Trentino – Alto Adige, nonostante geograficamente facessero parte dell’Austria. Quindi Dobbiaco, benché politicamente italiana, si trova in parte al di là del territorio fisico dell’Italia, che di norma è interamente compreso nel bacino del Mediterraneo, appartenendo invece al bacino idrografico del Mar Nero.

Lo sapevi che… la città con il nome più corto del mondo conta 1 lettera e si trova in Norvegia?!?

Å è un villaggio nella municipalità di Moskenes, alle Lofoten, Norvegia ed è il paese con il nome più corto del mondo. 
Spesso indicato come Å i Lofoten (“i” significa “in”) per distinguerlo da altri luoghi chiamati ugualmente Å.

Il suo nome significa in norvegese piccolo fiume, ma riveste anche un altro, doppio, significato: è sia l’ultima lettera dell’alfabeto norvegese che l’ultima città delle Lofoten raggiungibile seguendo la Strada Europea E10, oggi chiamata in quel punto Strada di King Olav.

Å è per tradizione un villaggio di pescatori specializzati in pesca dello stoccafisso. La città ospita il Museo dello stoccafisso delle Lofoten ed il Museo norvegese dei villaggi di pescatori.

Lo sapevi che… la città con il nome più lungo al mondo conta 92 lettere e si trova in Nuova Zelanda?!?


Taumatawhakatangihangakoauauotamateaturipukakapikimaungahoronukupokaiwhenuakitanatahu o Taumatawhakatangihangakoauauotamateapokaiwhenuakitanatahu è il nome più lungo mai esistito per una città. In lingua maori indica una collina alta circa 305 metri, vicina a Porangahau, a sud di Waipukurau nella Hawke’s Bay meridionale, in Nuova Zelanda. Il nome è per semplicità abbreviato in Taumata dagli abitanti del luogo.

Il nome scritto sull’indicazione stradale è Taumatawhakatangihangakoauauotamateaturipukakapikimaungahoronukupokaiwhenuakitanatahu, che si traduce approssimativamente “Il ciglio [o la cima] della collina [o del luogo], dove Tamatea, l’uomo con le grandi ginocchia, che scivolò [giù], salì [su] e ingoiò le montagne, [per percorrere queste terre], [che è] conosciuto come il mangiatore di terre, suonò [con] il proprio flauto [nasale] per la sua amata.” Con 85 lettere, è uno dei toponimi più lunghi che si conoscano.

Esistono diverse traduzioni e pronunce per questa collina: una di queste è Tetaumatawhakatangihangakoauaotamateaurehaeaturipukapihimaungahoronukupokaiwhenuaakitanarahu, 92 lettere, ed è entrata nel Guinness dei primati con questo nome.

La versione più lunga del nome è apparentemente più recente, o forse più formale. Si afferma che il nome più lungo, che attualmente si trova in un segnale stradale, sia stato sempre utilizzato dalle popolazioni Maori. I gallesi sostengono però che quest’ultima versione del nome sia stata appositamente allungata a partire da quella originale per essere più lunga di Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch, che a sua volta qualcuno sostiene essere stata allungata di proposito per diventare il più lungo toponimo britannico.

Lo sapevi che… il porto più grande d’Europa è Rotterdam in Olanda?

Rotterdam. Situati alla foce del reno, i suoi impianti portuali vedono transitare ogni anno quasi 350 milioni di tonnellate di merci. È il più grande porto d’Europa e il terzo del mondo.
Le merci vengono sospinte fino all’oceano dalle correnti del fiume Nieuwe Maas che taglia in due la città; fino a non molti anni fa era forse il più importante del mondo, ma poi Hong Kong e Singapore sembra lo abbiano spodestato da questo primato.
Una parte delle sue infrastrutture portuali, in costante espansione per rispondere all’aumento del traffico marittimo internazionale, è stata costruita su piattaforme di terra strappata al mare.
Le autorità portuali utilizzano spesso le immagini satellitari per seguirne meglio lo sviluppo.

Lo sapevi che… la cascata più alta del mondo è Salto Angel in Venezuela?!?

Il Salto Angel è la cascata più alta del mondo (979 metri) e si trova in Venezuela, con un tratto di caduta ininterrotta dell’acqua di 807 metri.
Si trova lungo il corso del torrente Carrao e precipita dall’altopiano della montagna Auyantepui.
Il fiume che si trova alla fine del salto è il Kerepakupay, nel Parque Nacional de Canaima, in Venezuela.

Il nome viene dal suo scopritore, il pilota americano, Jimmy Angel. Gli indigeni la chiamavano “Parakupa-vena” o “Kerepakupai merú” ed era considerata insieme alla montagna un luogo sacro. La cascata si trova nel cuore della foresta amazzonica dello Stato di Bolívar, nel sud del Venezuela e per vederla si deve fare un’escursione di due giorni attraverso il fiume o sorvolare la zona con piccoli aerei.

Nonostante offra uno spettacolo incredibile e nonostante il primato di cascata più alta del mondo, il Salto Angel non sicuramente tra le cascate più visitate al mondo anche per la poca fruibilità del posto: per arrivare ai suoi piedi è necessario attraversare un fiume in canoa per poi intraprendere un sentiero nella giungla per oltre 5 ore di cammino!

Lo sapevi che… la mostra più visitata al mondo nell’ultimo anno è stata “Il magico mondo di Escher” in Brasile?!?

Oggi volevo esporvi quella che è stata nell’ultimo anno la mostra più visitata al mondo.
Il primo posto di questa classifica è occupato, contrariamente a quanto verificatosi negli ultimi anni, non da un museo statunitense, europeo o giapponese, ma dal brasiliano Centro Cultural Banco do Brasil di Rio de Janeiro. La fondazione bancaria ha ospitato la mostra più popolare dell’ultimo anno: «Il magico mondo di Escher» con 9.677 visitatori al giorno per un totale di 573.691.

La seconda posizione in classifica è invece occupata dal Tokyo National Museum con la mostra dedicata a Kukai, fondatore del Buddhismo esoterico, che ha attratto 9.108 visitatori al giorno (550.399 in totale).

 

Lo sapevi che… il museo più visitato al mondo è il Louvre?!?

La classifica dei musei più visitati al mondo vede al comando, come ormai da molti anni, il Louvre.
Il museo della capitale francese infatti ha quasi 8,9 milioni di visitatori l’anno.

Il museo ospita collezioni per oltre 380.000 oggetti e 35.000 opere d’arte divisi in 8 dipartimenti per una superficie di oltre 60 mila metri quadri di esposizione. Citiamo alcune delle opere più famose: La Gioconda, nota anche come Monna Lisa e la Vergine delle Rocce di Leonardo Da Vinci, La Venere di Milo, Il giuramento degli Orazi di Jacques-Louis David, La Libertà che guida il popolo di Eugene Delacroix, Lo schiavo morente e Lo schiavo ribelle di Michelangelo. Il fatturato del solo museo del Louvre è pari agli introiti di tutti i 402 musei italiani!!

Secondo museo più gettonato, il New York’s Metropolitan Museum of Art (che ha superato la soglia dei 6 milioni di visitatori) mentre al terzo posto si trova il British Museum di Londra (5,8 milioni e l’unico ad ingresso gratuito).

Al quarto e quinto posto rispettivamente la National Gallery (5,3) e la Tate Modern (4,8), anch’essi nella capitale del Regno Unito. Mentre la National Gallery of Art di Washington si è aggiudicato il sesto posto.

A seguire il museo del Palazzo Nazionale di Taipei (7°), il Centro Pompidou a Parigi (8°), il Museo Nazionale della Corea a Seul (9°) e, sempre nella capitale francese, il Musee d’Orsay a chiudere la top ten.

Lo sapevi che… la festa di Halloween 2012 più grande d’Europa è a Derry in Irlanda?!?

La festa di Halloween 2012 più grande d’Europa? Non può che essere inIrlanda.
Anzi Irlanda del nord, per la precisione nella città murata di Derry. Tocca prenotare quindi, perchè qui la notte del 31 ottobre è davvero speciale.
Anzi, in realtà la città si prepara a ospitare il famoso Halloween Carnival, cioè la festa di Halloween più grande d’Europa, che durerà per molto più di una sola notte: i festeggiamenti, infatti, iniziano il 27 ottobre e proseguono fino alla fatidica notte nella quale tutto può succedere.

La festa di Halloween di Derry è talmente famosa che sono attese circa 30mila persone provenienti da ogni angolo d’Europa e non solo.

In quest’altro articolo potrete trovare le vere origini della festa e dove viene celebrata in Italia e in Europa in maniera più adeguata.!

 

Lo sapevi che… la città più visitata al mondo è Londra?!?

la MasterCard Worldwide ha stilato la top 20 delle città più visitate al Mondo con risultati sorprendenti.
Dalla classifica emerge una netta preferenza per le destinazioni asiatiche ed europee che travolgono le città americane. Del “nuovo continente”, difatti, l’unica città a rientrare nella classifica è New York che si piazza dodicesima.

Ecco la classifica completa con relativo numero di visitatori durante il 2011:

1. Londra (20.1 milioni di visitatori)

2. Parigi (18.1 milioni di visitatori)

3. Bangkok (11.5 milioni di visitatori)

4. Singapore (10.9 milioni di visitatori)

5. Hong Kong (10.1 milioni di visitatori)

6. Madrid (10.1 milioni di visitatori)

7. Istanbul (9.4 milioni di visitatori)

8. Francoforte (8.4 milioni di visitatori)

9. Dubai (7.9 milioni di visitatori)

10. Roma (7.9 milioni di visitatori)

11. Seoul (7.9 milioni di visitatori)

12. New York (7.6 milioni di visitatori)

13. Amsterdam (7.4 milioni di visitatori)

14. Kuala Lumpur (6.9 milioni di visitatori)

15. Milano (6.7 milioni di visitatori)

16. Barcellona (6.7 milioni di visitatori)

17. Vienna (6.2 milioni di visitatori)

18. Shanghai (5.5 milioni di visitatori)

19. Taipei (5.4 milioni di visitatori)

20. Tokio (5 milioni di visitatori)

A sorprendere i ricercatori è stata l’incredibile ascesa di Madrid e di Bangkok. La prima è salita di oltre il 24%. La capitale Thailandese, inoltre, risulta essere alla quarta posizione nella classifica delle spese minori effettuate dai turisti. Ovvero: la visitano più persone e spendono mediamente meno degli altri turisti. Spendere il meno possibile, proprio a questo punta il turista che, soprattutto in questo periodo, tende a farsi i conti in tasca più volte prima di prenotare un volo. Ed è proprio questo uno dei motivi che ha portato in classifica un numero altissimo di città asiatiche: nonostante i prezzi del biglietto più alti, in queste città si risparmia moltissimo nelle spese, soprattutto di vitto e alloggio; rendendo più facilmente raggiungibile il sogno di visitare una popolazione estremamente diversa dalla nostra che differisce da noi pressappoco in tutto: tradizioni, cucina, cultura, storia, architettura, religione, filosofia di vita ecc.

Per quanto riguarda l’Italia, la presenza di Roma e Milano in classifica se, da un lato, può far piacere, dall’altro lascia l’amaro in bocca perché è la testimonianza di una cultura ed una politica orientate al turismo molto scadenti. L’Italia, d’altronde, è un vero e proprio museo a cielo aperto, più che in qualsiasi altro Paese europeo è possibile trovare storia, cultura, reperti, architetture e testimonianze di un passato grandioso, davvero ad ogni angolo. Senza tener conto dei fantastici paesaggi eterogenei che attraversano tutta la penisola: dalle innevate Alpi del Trentino alle tropicali spiagge Siciliane. Proprio per questi motivi è disorientante notare l’assenza dalla classifica di città come Rimini, Genova, Firenze o Palermo. Non resta che augurarsi che l’attenzione al nostro patrimonio culturale cresca ed alletti un maggior numero di turisti portando in classifica un maggior numero di città italiane.

Per quanto riguarda le prime due classificate, la loro posizione rimane stabile. Londra e Parigi rappresentano, difatti, le due mete più ambite dai viaggiatori per la loro attenzione alla cultura e la loro bellezza. Londra, considerata da molti la città occidentale più bella, affascina milioni di turisti grazie alla sua stravaganza, alla sua pulizia, all’enorme numero di musei, teatri, concerti ed eventi culturali di vario genere. Inoltre, può contare su una movida davvero sfrenata e su possibilità di studio e lavoro che attirano, ogni anno, una vasta mole di ragazzi che “sondano il terreno” prima di procedere al trasferimento.

Lo sapevi che… la città più grande del mondo è Tokyo?!?

Secondo un rapporto delle Nazioni Unite, considerando anche i sobborghi che circondano la città, è Tokyo (nella foto sopra) la città più grande del mondo: la capitale del Giappone ha ben 35,7 milioni di abitanti, cioè più di tutti gli abitanti del Kenya! Al secondo posto a pari merito ci sono New York (Stati Uniti), Città del Messico (Messico) e Bombay (India) con 19 milioni di persone. Terza è San Paolo, in Brasile, con 18,8 milioni di abitanti.

Non esiste un vero e proprio protocollo per la determinazione della reale popolazione di una
città, per esempio nel caso di Tokyo l’area urbana della capitale comprende solamente 8 milioni di abitanti ma data la sua espansione e quella dei centri abitati limitrofi, come Yokohama (3,6 milioni di abitanti), ormai non esiste più un vero e proprio confine e perciò l’agglomerato urbano di Tokyo raggiunge in totale i 36 milioni di persone.

Definire quindi i reali confini di una città non è facile, e non esistono delle normative internazionali.

Lo sapevi che… l’hotel più costoso del mondo arriva a 62.000€ a notte?!?

Quanto sareste disposti a spendere per una notte in hotel?
Siete veri amanti del lusso, ma anche in grado di permettervi veramente il massimo che la vita può offrirvi? Se le vostre risposte sono affermative, allora potreste essere interessati a passare un week-end nella suite più esclusiva del mondo, che per un paio di notti vi costa grossomodo come un viaggio nello spazio: quanto spendete?
Preparatevi a sborsare 62.000 euro a notte, e la vostra vita può essere accomunata a quella di una stretta cerchia di VIP, coloro che sono stati in grado di permettersi un soggiorno all’Hotel President Wilson di Ginevra, e più precisamente nella sua clamorosa Royal Penthouse Suite.

Conti alla mano, ogni ora di sonno vi costerà circa 7.750 euro, mica spiccioli, ma avrete a disposizione ben 1.680 metri quadrati di puro lusso, il tutto condito con una superba vista sul Lago di Ginevra, la chiostra delle Alpi, con il panorama che si estende fino al Monte Bianco. Sia che guardiate dalla camera da letto, dal salone o dal vostro bagno privato, il panorama è sempre mozzafiato. Da un lato, la rada di Ginevra, dall’altro le geometrie delle sue onde increspate che accompagnano la vostra vista sulle montagne circostanti. E poi la visione notturna, letteralmente magica al chiaro di luna, con il nostro satellite che accarezza il lago e compete con il bagliore luci della città, che si riflettono nella notte. Questi magnifici punti di vista hanno ispirato ben note composizioni di famosi musicisti che hanno avuto il piacere e la fortuna di soggiornare nella Royal Penthouse Suite.

Lo sapevi che… la città più vivibile al mondo è Melbourne?!?

Una classifica delle città più vivibili del mondo ce la restituisce l’analisi dell’Economist Intelligence Unit, basata su parametri chiave per la qualità della vita dei cittadini, quali la tutela ambientale, la sicurezza, il sistema sanitario, la promozione di attività culturali.
Coloro che hanno svolto queste analisi hanno preso in considerazione in totale 140 località. Sul podio troviamo Melbourne in Australia, seguita a ruota da Vienna (come avevo già detto qui), in Austria, e da Vancouver, in Canada.
Vancouver è certamente una città estremamente vivibile visto il posto di tutto rispetto che occupa nella classifica dell’Economist, eppure è meno vivibile rispetto agli ultimi dieci anni, dal momento che ha sempre occupato, negli ultimi report, la prima posizione ed ora viene scalzata da Melbourne.

Australia e Canada, ad ogni modo, oltre a figurare con due delle loro grandi città nelle prime tre posizioni, contano altre voci di merito proseguendo nella classifica, ottenendo buoni punteggi, con diverse altre località. Il punteggio di vita ideale si calcola su una base di 100 e pensate che Melbourne ha totalizzato 97,5 punti, quasi a rasentare la perfezione per una città dal punto di vista della vivibilità.

Lo sapevi che… la città più inquinata al mondo è Ahwaz in Iran?!?

Ahwaz è una città iraniana che detiene un triste primato.
Secondo i dati resi pubblici dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), infatti, è il posto più inquinato del mondo. 
La colpa è delle industrie e dell’uso massiccio di combustibili fossili per alimentare i trasporti. Ma nella lista nera dell’Oms figurano molte altre città del mondo arabo che, assieme ad alcuni stati africani e asiatici, è una delle aree del pianeta a soffrire maggiormente di inquinamento ambientale. La classifica è stata stilata monitorando la qualità dell’aria di circa 1100 città sparse in 91 paesi, tenute sotto controllo dal 2003 al 2009. Le misurazioni hanno interessato il cosiddetto particolato, cioè l’insieme delle particelle solide e liquide disperse nell’atmosfera con un diametro inferiore ai 10 micrometri (PM10) e ai 2,5 micrometri (PM2,5).

Ma veniamo ai numeri. Ahwaz si piazza al primo posto con una densità media di PM10 pari a 372 microgrammi per metro cubo all’anno. Una cifra mostruosa se pensiamo che il limite fissato dall’Oms per questo tipo di particelle è di 20 microgrammi per metro cubo. Segue la capitale della Mongolia con i suoi 279 microgrammi per metro cubo all’anno e Sanandaj, un’altra città dell’Iran con 254 microgrammi per metro cubo all’anno. Nei primi posti figurano anche il Pakistan, il Botswana e il Senegal, presenti nella top ten dei paesi più intossicati al mondo.

E l’ ItaliaTorino è la città più inquinata (47 microgrammi per metro cubo all’anno), ma anche Milano e Napoli non se la passano bene (44 microgrammi per metro cubo all’anno).

La più inquinata in Europa è Cracovia in Polonia!

Lo sapevi che… la città più alta del mondo è La Rinconada in Perù?!?

Il primato di oggi riguarda la città situata al più alto livello sopra il mare.

Al primo posto troviamo un ex aequo conflittuale.
Secondo un articolo del National Geographic Magazine risalente al 2003, La Rinconada in Perù sarebbe l’insediamento stabile più alto del mondo, 5100 metri sulle Ande.
Secondo il Guinness dei Primati, invece, il record spetterebbe al piccolo villaggio tibetano di Wenzhuan, 5019 metri sulla catena del Tangla.

Dati alla mano sembra chiaro che il paese peruviano vinca la sfida, considerato anche che si tratta di un insediamento molto popoloso: si parla infatti di 30.000 abitanti.

Lo sapevi che… la città più economica d’Europa è Sofia in Bulgaria?!?

European Backpacker Index ha selezionato le città più economiche d’Europa. La più a buon mercato è la bulgara Sofia, seguita sul podio dalla polacca Cracovia e da Budapest, capitale dell’Ungheria. Al quarto posto ancora la Polonia con Varsavia e al quinto Bucarest, in Romania. Nella top ten delle città più a buon mercato c’è anche la romantica Istanbul, la russa e fredda San Pietroburgo e Praga, capitale della Repubblica Ceca, rispettivamente in sesta, settima e ottava posizione. Fanalini di coda la croata Zagabria al nono posto e Mosca, ultima nella top ten. Nella classifica le italiane Napoli, Firenze, Milano e Roma si piazzano rispettivamente al 16 esimo, 22 esimo, 30 esimo e 33 esimo posto.

Lo sapevi che… la città più violenta del mondo è San Pedro Sula in Honduras?!?

Per l’Onu è la città più violenta al mondo, con 450 omicidi l’anno. Alla base dell’ondata di omicidi i narcos che dall’Honduras esportano coca verso gli Usa e si contendono il mercato a suon di morti ammazzati

Non è necessario aspettare che scena la notte per avere paura a San Pedro Sula, una cittadina di più di 500 mila abitanti a una sessantina di chilometri dal mar dei Caraibi.
L’ultimo report dell’Onu redatto dalla United Nations Office on drugs and crime dal titolo 2011 Global Study on Homicide trends, contexts, data l’ha infatti eletta “la città più violenta al mondo”.
Con una media di 90 omicidi ogni 100 mila abitanti San Pedro Sula presenta circa venti volte il tasso di violenza registrato negli Stati Uniti trasformandosi in una vera e propria capitale mondiale del crimine, punto chiave della distribuzione della droga, che viaggia dai paesi di produzione dell’America Latina verso i consumatori statunitensi.

Lo sapevi che… la città più sicura del mondo è Lussemburgo?!?

Per la prima volta, Mercer ha stilato quest’anno anche una classifica specifica sulla base di criteri di «sicurezza individuale». Qui a guidare la classifica è Lussemburgo (la capitale dello stato omonimo), seguita a pari merito da Berna, Helsinki e Zurigo. Quinta è Vienna. Parigi è 60/a, New York 68/a. Per l’Italia, Milano è al 62/o posto, Roma è 79/a.

I visitatori di questa bella città sono attirati in particolar modo dalle casernette labirintiche.
Esse furono costruite nel 1644 dagli Spagnoli e scatenarono in tutta l’Europa una sorta di invidia, tanto da arrivare a chiamare la capitale come la “Gibilterra del Nord”.
Attualmente sono considerate Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Lo sapevi che… la casa più stretta del mondo è larga solo 2,02m!

La casa più stretta del mondo si trova ad Amsterdam in via Singel n.7 edé larga solo 101 centimetri. A dirla tutta questo stretto passaggio é l’entrata posteriore di una casa di misure “normali” per quello che riguarda la facciata. In realtà se vogliamo trovare la casa che detiene il record di “casa più stretta d’Europa” dobbiamo andare al numero 22 di Oude Hoogstraat. Situata tra Piazza Dam e il Kloveniersbugwal, quest’edificiomisura solo 2,02 metri di larghezza ed é caratterizzata da un orologio sul timpano.

N.22 di Oude Hoogstraat.
casa stretta2

N.7 di via Singel 101cm
casa stretta

Lo sapevi che… la città più verde d’Europa è Copenhagen?!?

green copenhagen

È Copenaghen la capitale europea più “verde”. La città della Sirenetta, infatti, si è aggiudicata il titolo di European Green Capital 2014, appena assegnato nella località spagnola di Vitoria-Gasteiz, attuale detentrice del riconoscimento. Il premio, istituito dalla Commissione europea nel 2010, viene assegnato, con 24 mesi di anticipo rispetto all’anno di riferimento, alla capitale europea più virtuosa in materia di sostenibilità ambientale.

Le precedenti edizioni hanno visto il trionfo di Stoccolma, Amburgo, Vitoria-Gasteiz e Nantes, detentrice del titolo per il 2013. Per l’edizione 2014, Copenaghen ha battuto in finale le città di Bristol e Francoforte, grazie soprattutto al suo impegno in materia di mobilità sostenibile e alle politiche di informazione e sensibilizzazione della cittadinanza.

Lo sapevi che… la città più vivibile in Europa è Vienna?!?

vivibile vienna

Come un’elegante signora d’altri tempi, Vienna porge la mano allo straniero aspettandosi rispetto e stupore, forse un baciamano, ma nonostante il suo aspetto regale, tiene in serbo doni dal sapore cosmopolita e contemporaneo, tanto che nel 2012 è stata eletta la più vivibile in Europa.

Lo sapevi che… la città più costosa al mondo è Zurigo?!?

zurigo costosa

Ci sono alcune città nel mondo dove i ricchi trovano il loro habitat. Come è ben noto, il costo della vita infatti è aumentato in molte zone del mondo ed in Europa, secondo i dati del rapporto stilato dalla Economist Intelligence Unit, la città più costosa al mondo è Zurigo. La città svizzera soffia il primato a Tokyo, considerato per molto tempo uno dei luoghi più costosi in cui vivere.

Lo sapevi che… le case storte di Amsterdam devono la loro inclinazione ad una tassa?!?

case storte amsterdam

Nel passato i propietari delle case pagavano una tassa in proporzione alla larghezza della facciata così iniziarono a costruirle strette, non più di 3 finestre, e alte, per la maggior parte a 3 piani. La conseguenza di queste costruzioni fu che al loro interno le scale erano strette e ripide rendendo di fatto impossibile qualsiasi tipo di trasloco. La soluzione arrivò fissando una carrucola sul tetto per caricare o scaricare dall’alto oggetti ingombranti per farli entrare o uscire dalla finestra, e con l’inclinazione della casa in avanti per non rovinare la facciata durante le manovre con la carrucola, ancora oggi si usa questo tipo di sistema.